Notiziario

di CdI

Attualmente alle liste degli elettori per il rinnovo dei Comites risultano ‘iscritti poco più di 60 mila elettori, circa il 2% dei votanti’. ‘Il numero limitato delle opzioni rischiava di ingenerare una limitazione al diritto di voto’, spiega il sottosegretario agli Esteri Giro, e per questo è stato ‘preso in considerazione un prolungamento dei termini’

Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri sera decreto sul rinvio delle elezioni dei Comitati degli Italiani all'estero. Le elezioni si terranno il 17 aprile 2015. Le iscrizioni alle liste per [... di più]

 

di Pierluigi Vignola

Il “problema del fine vita” e quindi il percorso dell’ “eutanasia”, accidentato e contestato, ha attraversato in questi anni l’Europa e l’ha spaccata in due tracciando una linea tra Paesi che ne hanno riconosciuto la validità e Paesi che hanno continuato a bandirla come omicidio.

È stata l’Olanda, il primo aprile del 2002, a legalizzare - primo Paese al mondo - l’eutanasia diretta, seguita a pochi mesi di distanza proprio dal Belgio che, nel settembre dello stesso anno, [... di più]

 

di Mauro Montanari

Il 9 novembre 1989 si dava il via al processo di riunificazione dell’Europa.

Antifaschistischer Schutzwall, Così si chiamava il muro che impediva ai cittadini della Germania orientale di fuggire verso l’Occidente. Eretto a Berlino nel 1961, per 28 anni divise in due la città [... di più]

 

di Nello Passero

Cari eletti basta chiacchere: agite! La tassazione imposta sulla prima casa in Italia degli italiani nel mondo è ingiusta, spropositata, speculativa e penalizzante e pertanto a maggior ragione più insopportabile. Questo vero e proprio saccheggio perpetrato nei confronti di chi ha già dato e dà al Paese, con sacrificio, con amore e fedeltà, investendo soldi guadagnati all’estero, deve finalmente cessare.

Lo scorso 16 ottobre è scaduto il termine per il versamento della prima rata relativa alla Tasi, imposta unica a cui sono assoggettati i residenti in Italia proprietari di una sola unità immobiliare. [... di più]

 

di Luciano Barile

Mentre l’Unione Europea sta cercando di uscire da una minacciosa crisi economica è facile immaginare cosa avrebbe potuto accadere della Fiat se il presidente degli Stati Uniti Obama non avesse fermamente creduto nel progetto di Marchionne.

Fiat e Chrysler definitivamente ora confluite nella Fiat Chrysler Automobiles (FCA), un progetto al quale si è lavorato dal 2009, hanno dato vita al settimo gruppo automobilistico mondiale. Per il [... di più]

 

di Mauro Montanari

Come la crisi economica mangia la solidarietà tra Stati nonostante gli accordi sulla stabilità

Nelle settimane scorse, dopo un lungo tira e molla di speranze e rimorsi, a Roma arrivò infine la lettera della Commissione europea, a firma del vicepresidente Jyirki Katainen, con la richiesta di [... di più]

 
Immagine di André Carrilho

di Marco Lazzarotti

C'è una fotografia che gira in questi giorni su Facebook che, a mio avviso, descrive benissimo la situazione di Ebola. L'autore dell'immagine, André Carrilho, si dice convinto che “la gente che muore nel continente Africano è considerata una statistica astratta rispetto a un paziente negli Stati Uniti o in Europa. Quante storie conosciamo di pazienti Africani? Nessuna! Sono trattati come una folla indistinta.”

Penso che Carrilho abbia colto nel segno: è stata descritta meglio la situazione del cane dell'infermiera spagnola di quella delle 82 vittime del distretto di Bombali, nel nord della Sierra Leone. [... di più]

 
Angela Merkel

di Aldo Magnavacca

Il Parlamento tedesco rischia di passare dal sonno al coma senza accorgersene. Il coma è quello del dibattito aperto, dell’eloquenza, della spontaneità e della vivacità nel dialogo politico.

Finiti i vecchi tempi del dibattito aperto al Bundestag, al Parlamento Tedesco, quando un vice cancelliere come Joschka Fischer era costretto a giustificarsi per le bastonate ai poliziotti ai tempi [... di più]

 

di Piero Salamina

In molti, scelgono di scappare dall’Italia in crisi ormai da cinque anni e dal suo costo della vita sempre più alto: questa è la decisione più “gettonata” che ha portato l’Italia a non essere più un Paese per ottuagenari gaudenti pensionati in cerca di tranquillità.

No!... il titolo non allude ad un vecchio successo musicale di Enzo Jannacci - noto cantautore italiano degli anni ’70 - ma alla recondita aspirazione di chi si appresta ad andare in quiescenza dopo [... di più]

 

di Mauro Montanari

Con quale animo i vecchi presidenti escono di scena?

La doppia stagione (10 anni) di servizio dei Comitati per gli italiani all’estero –Comites- è finita. Nelle prossime settimane conosceremo i nomi dei rappresentanti futuri degli italiani nel mondo. [... di più]