Notiziario

di CdI

Le ultime elezioni dei Comitati degli Italiani all’Estero (Comites), presenti in tutte le Circoscrizioni Consolari, erano avvenute dieci anni fa. Da cinque anni venivano continuamente rimandate.

Il che la dice lunga sulla considerazione in cui sono tenuti i connazionali all’estero e le loro rappresentanze politiche. Ora finalmente la musica sembra cambiare. È giunto in Parlamento il decreto [... di più]

 

di CdI

In attesa della conversione in legge del Decreto Legge 1° agosto 2014, n. 109 si informa che le elezioni per il rinnovo dei Comites sono previste entro la fine del corrente anno. La consultazione avverrà tramite voto per corrispondenza. I cittadini italiani residenti all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE che intendano partecipare alle elezioni, dovranno presentare alla Rappresentanza Consolare competente per il luogo di propria residenza una specifica Domanda di iscrizione nell'elenco degli elettori.

Entro la fine dell’anno si voterà in tutte le circoscrizioni consolari dove risiedono più di tremila cittadini italiani per eleggere i membri dei COMITES cioè dei COMITATI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO. [... di più]

 

di Giorgio Brignola

Tutto considerato, non ci sono altri termini migliori per evidenziare lo stato economico/sociale nel quale si trova l’Italia.

La situazione, escludendo gli ottimismi ingiustificati e le scuse dei politici di turno, è grave e preoccupante proprio per la sua evoluzione “strutturale”. Quando in un Paese, come il nostro, il PIL [... di più]

 

di Mauro Montanari

Federica Mogherini è Lady Pesc. I pro e i contro di una nomina

Il ministro degli Esteri italiano, Federica Mogherini, è stata nominata coordinatrice per le politiche estere dell’Unione, e ciò dopo dure e prolungate polemiche. Mogherini veniva considerata priva [... di più]

 

di Aldo Magnavacca

Il primo settembre 1939, la Germania scatenava la più grande guerra della storia umana

Il primo settembre 2014, partono nuovamente armi tedesche verso una zona di conflitto. Una decisione presa dal Governo Cdu/Spd che scavalca il Parlamento tedesco. L’opinione pubblica ne prende atto [... di più]

 

di Amoretto Machera

Il popolo italiano meriterebbe di più di quello che ha.

Il caos che regna in sala, dietro le quinte e sul palcoscenico della nostra politica, più che di governo ha tutto il sapore di una commedia a sorpresa: dove nessuno riesce ad individuare la prossima [... di più]

 

di Mauro Montanari

Un premier accusato di “annuncite”: una malattia pericolosissima che ha colpito illustri suoi predecessori (Berlusconi: 1 milione di posti di lavoro!). Questa accusa esce da molta stampa italiana.

Chi legge i giornali si sarà sorpreso dalla virulenza degli attacchi che il premier subisce ogni giorno, pur avendo portato a casa, in pochi mesi di governo, riforme strutturali importanti come [... di più]

 

di Piero Salamina

Per mia scelta, come giornalista, avrei preferito scrivere di enogastronomia, di turismo e di tempo libero sia dalle pagine del nostro Corriere che da altre testate con cui da anni collaboro.

Questa volta però, approfittando della nota imparzialità della linea editoriale del ”Corriere d’Italia”, chiedo ospitalità per esprimere alcune mie personali considerazioni in merito al reato di: [... di più]

 

di Giorgio Brignola

La bella trovata di Renzi è iniziata. Con lo scorso 1°settembre sono scattati ufficialmente i 1000 giorni che dovrebbero, a detta del nostro Primo Ministro, risollevare, se non risolvere totalmente, i maggiori problemi socio/economici del Paese. Però, credere, concretamente, all’annuncio è difficile.

In Italia sarà complesso far maturare le premesse atte a risolvere i suoi maggiori problemi in circa due anni e sette mesi. 1000 Giorni, appunto. Secondo la strategia renziana, ovviamente condivisa [... di più]

 

di BR

Più persone impegnate in una professione e meno disoccupati rispetto all’anno precedente: nonostante un inizio del terzo trimestre non troppo brillante il mercato del lavoro in Germania non dà pensieri e preoccupazioni.

Il Ministro Federale del Lavoro Nahles ha affermato che attualmente la crisi in Ucraina e Medio Oriente non esercita un’influenza negativa e che la congiuntura interna equilibra l’incertezza [... di più]

 

di CdI

Prosegue al Senato il dibattito sul disegno di legge costituzionale che prevede il superamento del bicameralismo paritario, il contenimento dei costi delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della Costituzione.

Prosegue al Senato il dibattito sul disegno di legge costituzionale che prevede il superamento del bicameralismo paritario, il contenimento dei costi delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la [... di più]

 

di Graziano Priotto

Le riforme dell'ex cancelliere Schröder (ora impiegato della Gasprom russa) che vanno sotto il nome di Harz IV avevano lo scopo di risolvere il problema della disoccupazione cronica e si basavano sulla convinzione che un notevole numero di disoccupati preferisse vivere di sovvenzioni statali piuttosto che svolgere attivitá lavorativa.

Innegabile e dimostrato che gente cosí ce n'era, grazie alla facilità di accedere all'assistenza statale.Ma in certa misura questo problema esiste ovunque, con la differenza che in [... di più]